Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:59 METEO:MONTEVARCHI20°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
giovedì 25 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Funerali di Stato per Attanasio e Iacovacci: la moglie dell'ambasciatore in prima fila con le figlie

Economia giovedì 21 gennaio 2021 ore 12:05

Valdarno, il Covid colpisce il settore moda

Foto di repertorio

La pandemia ha messo a dura prova le imprese della zona, l’analisi della Cna: “Aprire un tavolo con i Comuni e le categorie”



VALDARNO — Il Covid ha dato un duro colpo al mondo dell’imprenditoria valdarnese. Anche al settore moda, comparto – dal tessile, all’abbigliamento alla pelletteria - fondamentale per l’economia della zona e in cui sono occupati centinaia di persone. Difficile anche la situazione delle piccole aziende artigiane che in Valdarno costituiscono il 26% di tutte quelle dell’aretino. Il grido d’allarme – molte attività rischiano la chiusura – arriva dalla Cna di zona: “Il calo del lavoro ha interessato e continua ad interessare tutti i settori, dalla produzione ai servizi”. L’associazione lancia l’idea di un tavolo aperto alle categorie economiche e Comuni per pianificare il da farsi: “Alle imprese servono contributi a fondo perduto, sospensione dei pagamenti di tasse e tributi, agevolazioni tariffarie. Mai come in questa fase i problemi sono trasversali e c’è bisogno di un dialogo tra tutti i protagonisti dell’economia reale nel confronto con le istituzioni, a partire dai Comuni”.

“Lavoriamo a ritmi rallentati – dice il presidente Cna Valdarno Fabio Mascagni - non è certo pensabile recuperare i livelli pre-Covid nel giro di quest’anno. Lo dicono anche i risultati di un’indagine condotta a livello nazionale da Cna secondo cui, anzi, una piccola impresa su 4 è a rischio chiusura nel 2021. Credo che la situazione economica potrà recuperare appena comincerà a normalizzarsi quella sanitaria: la ripartenza dipenderà dal controllo dei contagi e le prospettive potranno migliorare solo con la rapidità della somministrazione dei vaccini.

Il settore moda della vallata sta pagando pesantemente gli effetti della crisi pandemica – commenta Aldo Cappetti, vice presidente Cna Valdarno - Stime recenti indicano nel 2020 un crollo di oltre il 30% del fatturato complessivo del comparto tessile, abbigliamento, pelle, cuoio, calzature e accessori, con picchi aziendali che arrivano ad accusare riduzioni del giro d’affari di oltre il 50%. Si tratta di un settore costituito in larga parte da artigiani e piccole imprese, con una filiera articolata su tutte le fasi produttive e distributive”.

Il quadro generale della situazione imprenditoriale valdarnese viene fornito dall’analisi dei dati della Camera di Commercio: in Valdarno si concentra il 26% delle imprese artigiane della provincia di Arezzo, 2539 su 9.790 (al 30.09.2020), soprattutto nel settore delle costruzioni e nel manifatturiero legato al comparto moda (tessile, abbigliamento, pelletteria). Un dato già in flessione negli ultimi anni (erano 2649, 110 in più a fine 2017), quelli a crescita economica zero. Flessione che si registra anche sul totale delle imprese che operano nella vallata: erano 8694 a fine 2017, sono 8554 al 30 novembre 2020, il 23% del totale (37.244).

Ma di cosa hanno bisogno le imprese? “I nostri associati – precisa la vice presidente Cna Valdarno Monica Turini - chiedono contributi a fondo perduto per compensare la forte contrazione dell’attività nel 2020 rispetto al 2019, adeguate risorse per il sostegno al reddito per i lavoratori, la sospensione dei pagamenti di tasse e tributi, tariffe calmierate. Misure che chiamano in causa anche le amministrazioni comunali: dall’alleggerimento burocratico e dei tributi fiscali locali alla lotta all’abusivismo, dai contributi su canoni di locazione alle agevolazioni tariffarie per i centri storici ed i giovani imprenditori”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS