Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEVARCHI13°18°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità lunedì 03 maggio 2021 ore 14:35

Misericordia, metà volontari senza vaccino Covid

vaccino
Foto di repertorio

Molti operatori della Confraternita di San Giovanni e Cavriglia non hanno ricevuto il farmaco. Mugnai (FI): “La Regione intervenga subito”



SAN GIOVANNI — La metà dei volontari non sono stati ancora vaccinati contro il Covid. Eppure, loro - come i colleghi già immunizzati - hanno continuato a svolgere interventi di soccorso alla popolazione anche durante questo anno di pandemia. Con il rischio di essere contagiati

Una situazione difficile quella che stanno vivendo 56 dei 128 operatori della Misericordia di San Giovanni e Cavriglia. La denuncia della Confraternita valdarnese è stata raccolta dal deputato montevarchino di Forza Italia Stefano Mugnai che ha chiesto alla Regione Toscana di intervenire immediatamente.

"La Misericordia di San Giovanni Valdarno e Cavriglia ha espresso tutto il proprio sdegno per la condizione di lavoro in cui si trova attualmente annunciando ad alta voce che "è davvero incredibile che 56 volontari su 128 persone in organico alla Misericordia non abbiano ancora ricevuto la prima dose”. Come è possibile mi domando che accada ciò? Come? Volontari che mettono a rischio la loro salute per proteggere e soccorrere la nostra ogni giorno muovendosi in ambulanza sono ancora senza vaccinazione? La Regione Toscana dove è? Cosa ne pensa l'assessore Simone Bezzini di questa vicenda triste ed imbarazzante?" chiede il vicepresidente del gruppo FI della Camera dei deputati.

“Vedere arrivare l'associazione ad esprimere il proprio malessere ad alta voce con questa forma di protesta mi preoccupa. Conosco bene questa realtà e vederli così arrabbiati significa che hanno raggiunto veramente il massimo livello di sopportazione. So bene e sappiamo bene quanto sia importante l'impegno di questi uomini e di queste donne ogni giorno. Senza il loro sacrificio quotidiano in questo lungo periodo di pandemia non ce l'avremmo fatta ad aiutare tanta e tanta gente in ogni parte del nostro territorio”.

“La Regione però intanto tace, dopo avere nei mesi scorsi coperto invece con vaccino professioni che potevano tranquillamente vaccinarsi con calma e nel tempo. Abbiamo visto proteggere giovani avvocati o professori che non insegnavano da mesi e mesi. Che vergogna. Quanta superficialità".

"Mi auguro – conclude Mugnai - che il Governatore della Toscana Eugenio Giani per una volta sia attento alle istanze della popolazione e subito intervenga per far vaccinare i volontari della Misericordia. Di tutte le Misericordie Toscane. Perché solo proteggendo i nostri eroi quotidiani potremo facilitare il loro impegno sociale e renderlo più sicuro".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Sud Est: ancora tanti casi nella zona, l’infezione non accenna a fermarsi. I dati
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità