Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEVARCHI13°18°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità domenica 02 maggio 2021 ore 15:21

Vanno a ruba gli arancini di “Nonna Maria”

I volontari
I volontari della mensa con gli arancini di Nonna Maria
Foto di: Paolo Ricci

I ragazzi della mensa sociale della parrocchia del Montanino per due giorni ai fornelli per preparare le prelibatezze solidali per raccogliere fondi



REGGELLO — In poche ore sono diventati più famosi di quelli di Montalbano. E sono sicuramente più buoni (in tutti i sensi) di quelli gustati dal commissario di Vigata nato dalla penna di Camilleri. Sono gli arancini solidali di Nonna Maria. 

Centinaia di pezzi cucinati tra ieri e oggi dai ragazzi della mensa sociale del circolo “Giovanni Paolo II” della Parrocchia San Miniato al Montanino, nel comune di Reggello. Per due giorni di fila il gruppo di volontari capitanato da don Samuele Sportelli ha preparato gli arancini da vendere per raccogliere fondi per sostenere l’attività del refettorio. 

In tanti si sono prenotati per ritirare o per ricevere a domicilio il piatto tipico siciliano a base riso nei tre gusti Nonna Maria (con la ‘nduja) o nelle versioni più tradizionali al ragù e prosciutto e mozzarella. Gli arancini sono piaciuti a tutti ed è piaciuta anche l’idea della parrocchia per far conoscere e sostenere l’attività della mensa sociale che da alcuni mesi è impegnata a preparare ogni settimana 35 pasti per le famiglie bisognose del territorio. Il sacerdote e i giovani delle comunità di Matassino, Figline, Reggello impegnati nella mensa di “Nonna Maria” colgono l’occasione per chiedere una mano ai compaesani e soprattutto ai commercianti della zona: “La mensa vive delle donazioni di benefattori che credono all’iniziativa, ma sarebbe utile anche trovare chi ci dà materie prime regalate o a basso costo” scrive sui social don Samuele. 

Quello che ti avanza che non puoi più vendere, grazie alla capacità dei nostri cuochi può diventare cibo di ottima qualità per i nostri poveri. Noi crediamo che è eticamente giusto ridurre gli sprechi ed è proprio quello che ti chiediamo di condividere con noi…ripeto quello che a fine giornata, a fine settimana ti resterebbe li regalacelo o daccelo a prezzo di costo per noi è importante”.

Chi vuole dare il proprio contributo può mettersi in contatto con il parroco del Montanino (3935992059 - email mensasociale.nonnamaria@gmail.com)

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Sud Est: ancora tanti casi nella zona, l’infezione non accenna a fermarsi. I dati
Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità