Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEVARCHI13°18°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità lunedì 03 maggio 2021 ore 15:03

Rione senza parcheggio, petizione dei residenti

auto
Foto di repertorio

Raccolta di firme di alcuni cittadini di Piandiscò costretti a posteggiare le auto sui marciapiedi: “C’è un problema di sicurezza”



PIANDISCO' — Sono passati quasi due anni dalla prima segnalazione. Da allora nessun provvedimento è stato preso e la situazione è anche peggiorata. E così alcuni cittadini di Piandiscò hanno organizzato un’altra petizione per richiamare l’attenzione del Comune e perché vengano presi provvedimenti per un nuovo parcheggio e per garantire la sicurezza nella zona intorno a via Peter Russell, via del Macello, via della Ripa.

I residenti hanno raccolto più di cinquanta firme per sollecitare un intervento nell’area residenziale del paese e oggi hanno inviato il documento al sindaco Enzo Cacioli, ai capigruppo delle forze politiche del consiglio comunale e al comando dei vigili urbani.

I cittadini di Piandiscò – come già evidenziato nel luglio del 2019 – anche in questa occasione hanno ribadito la necessità di adibire a parcheggio alcuni spazi liberi della zona: l’attuale area di sosta è insufficiente e i residenti sono costretti da anni a posteggiare le auto sui marciapiedi o lungo la carreggiata, a volte in entrambi i sensi di marcia. Una situazione che costituisce un pericolo per tutti e che negli ultimi tempi si è ulteriormente aggravata dalla presenza di ulteriori mezzi che appartengono ai nuovi residenti trasferitisi recentemente in quel quartiere.

I cittadini fanno quindi ora un nuovo “appello alla responsabilità di tutti gli uffici e le autorità preposte” perché venga trovata una soluzione al problema. Non solo. I firmatari della petizione mettono in luce un’altra questione sempre legata alla sicurezza viaria: “l’incolumità di cose, animali e persone – si legge nella petizione - è ulteriormente messa a rischio non soltanto dall’utilizzo obbligato, soprattutto nelle ore serali, dei marciapiedi e delle sedi stradali per la sosta degli autoveicoli, ma anche dal passaggio ad alta velocità di veicoli che transitano da via del Macello, incuranti del centro abitato, in assenza di dossi dissuasori, di videosorveglianza/vigilanza attiva così come di un senso unico di circolazione sull’anello verso via Russell e via della Ripa che potrebbe/dovrebbe essere istituito”.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Sud Est: ancora tanti casi nella zona, l’infezione non accenna a fermarsi. I dati
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità