comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 20°30° 
Domani 19°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
sabato 11 luglio 2020
corriere tv
Francesco Bellomo, magistrato destituito perché pretendeva minigonna per le allieve, fa ancora lezione tra le proteste degli allievi che gli gridano «vergogna»

Attualità lunedì 29 giugno 2020 ore 14:10

“Il Pronto Soccorso riapre solo se c’è sicurezza”

Amministraori comunali valdarno fiorentino con i Cobas
Foto di: Paolo Ricci

Il sindacato di base scrive ai sindaci e avverte l’Asl: “Il 20 luglio ci dovrà essere la necessaria dotazione di personale medico e infermieristico”



FIGLINE — “La riapertura prevista per il 20 luglio non può avvenire se la struttura non viene messa in sicurezza, con adeguata dotazione di personale medico dedicato e così pure personale infermieristico e operatori socio sanitari senza sottrazione di operatori sanitari dai reparti. Risorse di personale che devono essere necessariamente integrate con altri professionisti medici H24 per consulenze quali chirurghi, anestesisti e cardiologi”. Questo in sintesi il contenuto di una nota sindacale che i Cobas (Pubblico Impiego USL Toscana Centro) hanno inviato ai sindaci del Valdarno e all’Azineda Sanitaria “A tal proposito – spiega il sindacato - sono già state deliberate dalla Direzione Generale per il fabbisogno aziendale le assunzioni di n. 59 anestesisti, n. 28 di specialisti di medicina interna, n.35 specialisti di medicina e chirurgia di accettazione e urgenza, n.16 cardiologi mentre per il comparto sono state deliberati n.540 infermieri (dei quali assunti 518) e n. 220 Oss (dei quali assunti 215)”.

Ma la questione della dotazione organica è estesa ad altri servizi “La sicurezza in pronto soccorso – scrivono i Cobas - non può prescindere dalla riapertura in H24 del laboratorio Analisi e della Radiologia per le necessarie guardie attive, vanno integrati, agli attuali tecnici sanitari di laboratorio analisi, 5 unità e ulteriori 4 unità agli attuali tecnici sanitari di radiologia. A tal proposito sono già state deliberate dalla Direzione Generale per il fabbisogno aziendale le assunzioni di n. 26 tecnici sanitari di laboratorio (dei quali assunti 19) e n.34 tecnici sanitari di radiologia (dei quali assunti 25). I numeri esibiti sono tratti dal resoconto aziendale e dal monitoraggio degli appositi Dipartimenti, quindi non ci sono più alibi per l’Azienda, la quale ha le risorse necessarie per adeguare il presidio ospedaliero ai requisiti strutturali e organizzativi previsti dalla normativa vigente. L’integrazione di questo personale risponderebbe non solo alle necessità dell’area critica ma implementerebbe e potenzierebbe l’offerta sanitaria pubblica con risposte adeguate ai bisogni sanitari dei cittadini che si rivolgono al presidio ospedaliero”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità