comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:11 METEO:MONTEVARCHI-0°9°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
mercoledì 27 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La senatrice Tiraboschi (Forza Italia): «Non sono pronta a giurare da ministra nel Conte ter»

Attualità sabato 28 novembre 2020 ore 17:35

Via della Quercia perde la sua pianta monumentale

La quercia monumentale che sarà abbattuta

Nella relazione è scritto: “La compromissione della vitalità della quercia è legata alla scelta effettuata circa 10 anni fa dall'autorità competente”



FIGLINE E INCISA — L’Amministrazione comunale di Figline e Incisa ha deliberato “l’abbattimento urgente della pianta di quercia situata in località Scampata, in via delle Quercia” stanziando oltre tremila Euro per compiere le operazioni necessarie in totale sicurezza. Nello stesso documento il Comune precisa che “l’esemplare monumentale è ormai in pessime condizioni fitosanitarie”.

La decisione è stata presa poiché “in seguito ad un ulteriore sopralluogo è stato evidenziato un evidente peggioramento delle condizioni della pianta, tanto da ritenere l’intervento di abbattimento ormai indifferibile ed urgente”.

Finirà così, tra pochi giorni, la lunga agonia della grande quercia, iniziata una decina di anni fa, come spiega la relazione tecnica che ha accompagnato la decisione presa dal Comune: “La compromissione della vitalità della pianta è legata alla scelta effettuata circa 10 anni fa dall'autorità competente di lasciarla in sito nonostante la necessità di ampliare il letto del Borro di Corbaia tramite la realizzazione di uno scatolare in cemento armato la cui costruzione ha inevitabilmente comportato il taglio di una notevole parte dell'apparato radicale. Tale danneggiamento, causato ad una pianta di età avanzata e già preda di attacchi parassitari, non poteva non causare l'ammaloramento dell'architettura della pianta che in effetti è stata interessata negli ultimi anni da diversi cedimenti e crolli a terra di parte della chioma”.

Da circa quattro anni l’Amministrazione comunale sta chiedendo agli enti competenti l’abbattimento della pianta per motivi di sicurezza. Poi di mezzo ci si è messo anche il Covid-19 “il periodo legato allo svilupparsi della pandemia virale – è spiegato negli atti amministrativi del Comune - ha fatto sì che i contatti si interrompessero, per riprendere nelle scorse settimane”, finche, il 20 ottobre, la Regione Toscana, tramite il settore Genio Civile Valdarno Superiore ha inviato una nota nella quale autorizzava lo stesso Comune di Figline e Incisa all'abbattimento della pianta di quercia in questione.

Le operazioni di abbattimento, a causa degli spazi ridotti a disposizione e per la presenza di un'abitazione a ridosso della pianta, richiederà l’utilizzo di mezzi speciali e una attenzione particolare “stante anche la presenza di un tratto tombato del borro di Corbaia”.

È stato quindi deciso l’impiego di una possente gru che avrà il compito di tenere agganciata la pianta durante le operazioni di taglio, in modo tale da appoggiare a terra la quercia abbattuta “per completare le operazioni di appezzatura”.

Allo scopo di svolgere tutte queste operazioni in sicurezza, per circa un giorno lavorativo, nella zona interessata sarà interdetto sia il traffico veicolare che quello pedonale.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

Attualità