Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEVARCHI13°18°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità sabato 17 aprile 2021 ore 17:41

Quale 25 aprile? Intanto il Comune compra i fiori

La sindaca Mugnai celebra il 25 aprile (foto di repertorio)

Il programma delle cerimonie per celebrare la Festa della Liberazione dovrà tener conto della situazione epidemiologica. Nel 2020 fu solo simbolica



FIGLINE E INCISA — Il Comune di Figline ha deciso di acquistare due corone grandi, quattro corone piccole e cinque mazzi di fiori in vista delle celebrazioni del 25 aprile 2021. Al momento è questa l’unica cosa certa del programma per la celebrazione della ormai imminente Festa della Liberazione.

Lo scorso anno non fu possibile eseguire le cerimonie in modo tradizionale e così tutte le celebrazioni dedicate alla Festa della Liberazione si svolsero in maniera simbolica, in due luoghi considerati rappresentativi: in via Sarri a Figline, dove fu deposta una corona davanti all’Albero dell’Universo e piazza Mazzanti a Incisa, con una deposizione della corona al Monumento ai Caduti.

Ben diversa la situazione nel 2019: In quella occasione il Comune di Figline e Incisa Valdarno, insieme alle associazioni Anpi, “27 Luglio” e il centro Il Giardino, organizzarono una doppia cerimonia istituzionale a Figline e a Incisa. In piazza Mazzanti a Incisa, dopo i discorsi dei rappresentai delle istituzioni e delle associazioni, la corale Alessandri, diretta dal maestro Paolo Mugnai, eseguì alcuni canti della Resistenza.

Successivamente vi fu la deposizione della corona avanti al cippo dedicato a Salvo D’Acquisto, nella piazza che porta il suo nome, a cura delle Associazioni combattentistiche e d’Arma. Sempre a Figline seguì la deposizione delle corone in piazza Bianchi, piazza Averani e via Sarri (davanti all’Albero dell’Universo) con l’esibizione della corale Alessandri e della scuola di musica Schumann e dell’Arci di Incisa.

La Festa della Liberazione quest’anno cade appunto nella giornata precedente alla data fissata (lunedì 26 aprile) per il ripristino delle zone gialle, con la graduale ripartenza delle attività, a partire dai ristoranti fino ad arrivare agli eventi. Vedremo come questo allentamento già previsto delle misure di contenimento inciderà nell’organizzazione delle celebrazioni del 25 aprile.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Sud Est: ancora tanti casi nella zona, l’infezione non accenna a fermarsi. I dati
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità