Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:17 METEO:MONTEVARCHI20°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
venerdì 26 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La rapina da Yamamay: una commessa a terra ferita, l'altra affronta il bandito

Attualità domenica 21 febbraio 2021 ore 18:00

Bisognini dei cani, Comune usa l’emoticon giusto

L’esplicito simbolo compare sul volantino per ordinare ai cittadini di raccogliere le deiezioni degli animali. E sono chiare pure le parole



CASTIGLION FIBOCCHI — L’icona dall’inconfondibile forma marrone - che si usa sui social per dire che va male, ma proprio male – la utilizzano un po’ tutti. Cliccare questo emoticon tra i tanti a disposizione sulla tastiera è automatico quando si vuol far sapere che si è immersi in una pessima situazione.

Ma che la usasse anche un Comune, per giunta su un manifestino, spiazza. Non da meno è la frase che l’amministrazione di Castiglion Fibocchi ha scelto per invitare (forse sarebbe meglio dire richiamare all’ordine) chi ha un cane a raccogliere e gettare i bisognini dell’animale. “Se mi abbandoni per strada – dice il simbolino dal ciuffetto maleodorante - la cacca sei tu”. Non usa mezzi termini il municipio per dare il via alla “Campagna virale contro l’abbandono degli escrementi canini”.

Di una comunicazione sorprendente quanto esplicita ci doveva proprio essere bisogno (ops, necessità): lo dimostrano i commenti dei cittadini che sui social raccontano come di escrementi di cani se ne trovino diversi in giro “in via Capannelle, vicino alla mensa, davanti alla sala Dionisio” tanto per citare alcune zone del borgo.

Il volantino dell’iniziativa sulla “raccolta delle deiezioni canine” si completa con un’altra efficace spiegazione: “Chi raccoglie semina civiltà: il cane è tuo, i marciapiedi, le strade, le aiuole, i parchi sono di tutti. Camminare in un paese pulito è un diritto, non sporcarlo è un dovere. Un piccolo gesto civico per il decoro di Castiglion Fibocchi”.

“Di fronte alla dilagante incuranza per gli altri non potevamo che usare una forma di comunicazione forte e diretta” dicono dal Comune spiegando la “campagna di sensibilizzazione per il bene comune”. “La mancanza di rispetto per la nostra comunità non sarà più tollerata”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità