Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:MONTEVARCHI18°32°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
domenica 14 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video messaggio di Mihajlovic al tifoso aggredito a Crotone: «Svegliati presto, così verrai a trovarci»

Attualità giovedì 04 agosto 2022 ore 11:34

Campi confiscati alla mafia, delegazione in visita

Fino alla Campania dove 35 giovani dal Valdarno e dalla Valdisieve partecipano al progetto E!satate Liberi!. Ha parlato il sindaco Giunti



VALDARNO - VALDISIEVE — Una delegazione dei comuni del Valdarno e della Valdisieve si è recata in Campania per una visita ai campi di E!state Liberi! Di Sessa Aurunca e di Castel Volturno che questa settimana ospitano 35 giovani provenienti dai comuni del Valdarno e della Valdisieve grazie al progetto che vede insieme 15 enti dei territori insieme al coordinamento del Valdarno di Libera.

La visita è iniziata dal caseificio gestito dalla cooperativa sociale Le terre di don Peppe Diana che producono una mozzarella di bufala DOP in un bene confiscato alle mafie rispettando tutti i criteri necessari a un prodotto di alta qualità. La cooperativa è l’unica della Campania legata al consorzio Libera Terra e riesce a vendere i propri prodotti in varie regioni italiane, tra cui anche la Toscana.

La cooperativa gestisce anche i campi di E!state Liberi! a Castel Volturno insieme ad altre associazioni del territorio.

Nel pomeriggio si è svolto il Festival dell’impegno civile a Castel Volturno al quale hanno preso parte, oltre i ragazzi del Valdarno Aretino anche i ragazzi del Valdarno Fiorentino e della Valdisieve ospitati presso il campo di Sessa Aurunca gestito dalla cooperativa sociale Al di là dei sogni in un bene confiscato alle mafie. Qui esiste un laboratorio di trasformazione di prodotti agricoli a marchio Nuova Cooperazione Organizzata. Durante il festival è stato presentato il progetto dei comuni del Valdarno e della Valdisieve ed è intervenuto il sindaco di Reggello Piero Giunti in rappresentanza di tutti gli enti.

Sono intervenuti anche due dei giovani dei nostri territori partecipanti ai due campi. È stato un bel momento di confronto, ma anche di festa, dove i protagonisti sono stati i ragazzi che stanno vivendo le esperienze dei campi e le associazioni e le cooperative che in queste terre stanno combattendo contro la camorra e la criminalità organizzata.

È stato però anche un momento di relazione tra diverse istituzioni, grazie alla presenza anche del sindaco di Casal di Principe Renato Natale e del Presidente del Consiglio Comunale di Pontassieve Martina Betulanti e con le cooperative e il mondo associativo locale, con i quali si è parlato anche di possibili progetti futuri.

I ragazzi resteranno in Campania fino a domenica 7 agosto e poi proseguiranno il loro percorso di restituzione insieme alle due compagnie teatrali per poi iniziare un cammino nelle scuole con i loro coetanei per parlare della loro esperienza in previsione dell’organizzazione di campi per il prossimo anno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
All'ospedale San Donato i pazienti affetti da virus sono complessivamente 5. Viaggia diffuso il contagio. Ad arezzo i tamponi infetti oggi sono 31
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità