Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:MONTEVARCHI12°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
All’Eredità su Rai1 la frase di Marco Liorni sull'oro alla Patria fascista: «Gesto patriottico». È polemica

Attualità mercoledì 28 febbraio 2024 ore 10:00

​Un ecografo portatile per il progetto Scudo

Lo ha donato Calcit Valdarno all’equipe di cure palliative dell’ospedale di Santa Maria alla Gruccia



VALDARNO - AREZZO — Un ecografo portatile da impiegare nelle cure palliative a domicilio. È quello donato da Calcit Valdarno all’unità funzionale Cure palliative della zona distretto Valdarno. Un dispositivo che l’associazione, da anni impegnata nella raccolta fondi per l’acquisto di dispositivi per la diagnosi e cura dei tumori, ha deciso di mettere a disposizione del Progetto S.CU.DO (Servizio Cure Domiciliari) per permettere al paziente di ricevere a casa propria le terapie per contenere il dolore senza doversi spostare in ospedale.

«L’ecografo è molto utile nel lavoro che la nostra equipe svolge ogni giorno per lenire i sintomi provocati dalla malattia – dichiara il dr. Giulio Corsi, Responsabile U.F. Cure Palliative/Hospice Zona distretto Aretina e a scavalco per Casentino, Valdichiana aretina, Valtiberina e Valdarno, Asl Toscana Sudest e responsabile medico del Servizio cure domiciliari - L’apparecchio ecografico portatile è uno strumento indispensabile per eseguire esami semplici al domicilio dei pazienti e per la ricerca di accessi venosi e/o versamenti, evitando così inutili trasferimenti in ospedale con conseguenti disagi per i pazienti».

«Ritengo doveroso, a nome mio e di tutti gli operatori sanitari della nostra equipe – prosegue il dr. Corsi - esprimere un sentito ringraziamento all'associazione Calcit Valdarno per la costante attenzione che rivolge alla nostra sanità valdarnese. Il contributo economico rilevante che Calcit garantisce alla nostra attività, fin dall'ottobre 2010, si concretizza con la presenza in servizio di quattro infermieri a tempo pieno con reperibilità notturna e festiva, una psicologa per 4 ore settimanali, due auto e collegamenti telefonici di servizio. Contributo al quale, da settembre scorso, si è aggiunto anche l’ecografo portatile. Quella di Calcit Valdarno è una presenza importante grazie al contributo determinante che è sempre pronto ad offrire per la nostra attività. Il mio augurio è che questa collaborazione possa proseguire a favore del buon andamento dell’assistenza sanitaria in Valdarno».

«Per noi è un immenso piacere contribuire al buon andamento della sanità nel Valdarno – dichiara Marco Ermini, presidente Calcit Valdarno – Accogliamo sempre con attenzione le richieste che provengono dal nostro ospedale e dagli operatori sanitari che vi lavorano. È importante avere strumentazioni all’avanguardia e dispositivi che possano contribuire a migliorare le prestazioni a favore dei pazienti e al contempo il lavoro di quanti ogni giorno si prendono cura di essi».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco le opportunità proposte dai Centri Impiego di Arezzo e provincia, lavori a tempo indeterminato e determinato ed apprendistato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità