QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 10°13° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
sabato 07 dicembre 2019

Attualità mercoledì 27 novembre 2019 ore 22:01

Premio mondiale Unesco per il poeta del Valdarno

Davide Rocco Colacrai è arrivato primo, ex-aequo con un colombiano. Riceverà il “Nosside 2019” a Reggio Calabria con la bella storia di Baris Yazgi



TERRANUOVA BRACCIOLINI — Targhe, medaglie e farnie d’oro: “Ho smesso di contare i premi. In casa non c’è più posto” dice – sorridendo - Davide Rocco Colacrai, che il 29 novembre, a Reggio Calabria, riceverà il Premio Mondiale di Poesia Nosside 2019”. Però questa volta per il poeta valdarnese, nonché scrittore e attore di teatro, c’è un pizzico di emozione in più, perché il Premio Nosside è uno dei più importanti, un concorso mondiale, plurilinguistico e multimediale che fa parte dell’Unesco World Poetry Directory.

“Sono arrivato in ex-aequo con un poeta colombiano” racconta Davide. I suoi versi, che saranno premiati il prossimo 29 novembre, raccontano la storia di Baris Yazgi, profugo musicista annegato nell’Egeo con il suo violino tra le braccia. “Rimasi molto colpito da un articolo di giornale che parlava di questa storia e ho voluto raccontarla attraverso la poesia”

Soltanto poche settimane fa aveva vinto una targa d’oro per ilPremio Nazionale di Poesia di Jesial quale aveva partecipato con un’opera che racconta la storia di un bambino rinchiuso in manicomio fino all’età di 35 anni.

“Poco tempo prima – ricorda Davide - avevo visto uno spettacolo di Ascanio Celestini che mi aveva particolarmente colpito e così ho voluto approfondire questo tema. Non sono un poeta che parla spesso d’amore” afferma Davide. Si perché, le sue opere nascono sempre dopo uno studio approfondito e affrontano temi storici e sociali come le guerre mondiali, le discriminazioni e la violenza sulle donne. “Non capita spesso di trovare certe tematiche nei concorsi di poesia di solito si tende a trasmettere idee positive ma io credo che la poesia debba parlare di quello che succede e chi legge deve prendere una posizione” afferma.

In questo periodo Davide sta preparando un’altra tournée teatrale per il prossimo anno “Ci tengo a portare i miei spettacoli anche nei teatri valdarnesi e mi auguro che il Valdarno dedichi maggiore attenzione alla poesia”.



Tag

Lo spot di Natale è un fallimento: l'azienda perde in borsa e viene travolta dalle critiche, «È sessista»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità