QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
giovedì 21 novembre 2019

Spettacoli mercoledì 02 ottobre 2019 ore 17:03

Lorenzo Greco e il sogno dei “The Old Blossom”

The Old Blossom - Al microfono Greco, in primo piano a destra Bracci, dietro sullo sfondo Barghini

Il frontman della band è il figlio di Alessandro Greco e Beatrice Bocci. I giovani artisti valdarnesi hanno pubblicato il secondo album su Spotify



SAN GIOVANNI VALDARNO — Lorenzo Greco, 21 anni, cantante, di San Giovanni Valdarno; Giulio Bevilacqua, stessa età, batterista, di Incisa Valdarno; Simone Bracci, 23 anni, bassista di Montevarchi; Federico Barghini, anche lui ventitreenne, chitarrista, da Santa Barbara. Quattro amici, ma soprattutto una band di musica Alternative Rock. Sono i “The Old Blossom” e nelle loro canzoni affrontano temi attuali: la rabbia verso la generazione passata e nei confronti di quella che si trova al potere in questo momento.

“Siamo molto diretti quando andiamo sul palco, sappiamo cosa dobbiamo fare, siamo anche molto sicuri, almeno credo" dice il frontman della band, Lorenzo Greco, figlio di Alessandro Greco e Beatrice Bocci.

"Io per esempio un live lo vivo in maniera ansiosa solo finché non salgo sul palco. Sempre - aggiunge Federico Barghini - Poi mi basta prendere la chitarra in mano: si accende e non ci penso più. Lì penso solo a suonare, è come entrare in un altro posto. Sparisco in una bolla.”

Ma qual è il sogno che inseguono questi ragazzi? “Non importa diventare ricchi, ma portare la nostra musica in giro. Sarebbe bello rispondere a chi ci chiede: cosa fai di lavoro? Il musicista" risponde di nuovo Barghini.

“Il mio sogno – aggiunge Greco – è quello di andare in giro e sapere che io, tramite la musica, sono riuscito a trasmettere un messaggio a qualcuno. Perché se ci sono delle persone che si ritrovano in una delle canzoni che abbiamo scritto e vengono lì per godersi lo spettacolo, è perché si identificano con noi, come gruppo. Questo è il raggiungimento, il coronamento. A quel punto posso dirti che ce l'ho fatta.”

Il bassista Simone Bracci pone l’accento sulla loro voglia, continua, di rinnovarsi: “Anche perché non siamo fatti per accomodarci: noi puntiamo a fare di più. Ci crediamo profondamente nel nostro progetto, ma se uno si ferma a ragionare su quello che sta facendo, rischia di smettere. Noi semplicemente andiamo avanti e pedaliamo. Perché lo sappiamo che le probabilità che abbiamo qua sono basse; però crediamo talmente tanto che abbiamo un qualcosa come gruppo, che abbiamo abbastanza spinta per continuare ad andare avanti.”

“A noi la gavetta non fa schifo – commenta Lorenzo Greco - Se c'è da prendere gli schiaffi in faccia, li prendiamo volentieri.”

I “The Old Blossom” si sono esibiti in giro per l'Italia, hanno pubblicato il secondo album su Spotify e prodotto il video musicale della canzone che al momento li rappresenta di più: Moonshine.

Sono giovani e hanno talento: le strade sono sempre aperte per chi, come loro, ci mette l'anima.

Giulia Ghiandelli



Tag

Esplosione a Barcellona Pozzo di Gotto, il fumo visibile a chilometri di distanza

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità