QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
sabato 07 dicembre 2019

Attualità mercoledì 13 novembre 2019 ore 22:09

Riapre il Mulino, una storia e mille nostalgie

Sabato 16 novembre riapre lo storico locale di Figline, parlano i protagonisti degli anni ruggenti e il nuovo gestore



FIGLINE VALDARNO — Più di 600 persone a sera, orchestre, dj e cabaret hanno reso il Mulino un locale storico, il più conosciuto del Valdarno. Prima della costruzione dello stabile in cui si trova, era un locale all’aperto nel campo sportivo di Figline. In questi giorni, la notizia della sua apertura ha riacceso i ricordi dei tempi d’oro, quando agli inizi degli anni ’60, si trasferì al chiuso e in poco tempo diventò il locale più frequentato del Valdarno. Le prime serate furono animate dai complessi musicali e poi arrivarono i dj con i dischi che venivano dall’America. “Ricordo la fila di persone che arrivavano la domenica in treno da Firenze “ racconta Giorgio Margiacchi, fondatore di Radio Valdarno e primo dj del Mulino dall’aprile del ’72 fino al ’76. “Avevo fatto un abbonamento annuale per ricevere in anteprima per posta i dischi delle hits americane per suonarle la sera al Mulino” ricorda Giorgio. “Sono stato il primo dj del Mulino e ho lavorato con Renato Zero al Number One di Firenze nell’inverno del ’75. Ci sarebbe davvero tanto da raccontare di quegli anni.” racconta Giorgio. Sì, perché al Mulino sono passati tanti artisti famosi che hanno fatto la storia della musica italiana come Renato Zero, Fred Bongusto, Edoardo Bennato, Sandro Giacobbe e Rino Gaetano. “Ricordo un simpatico aneddoto su Lucio Dalla che vagava per Figline e fermò un passante che non si voltò nemmeno a guardarlo e lui gli disse: lei non sa chi sono io!” racconta Romano Sorelli che nel ’67 festeggiò il pranzo del suo matrimonio proprio al Mulino. 

Ora tutto è pronto per l’apertura di sabato prossimo.Ed è già tutto esaurito. “Apriremo due sabati al mese con cena a buffet, performance live e musica 70 80 e 90 per gli over 30, mentre il venerdì la serata è dedicata agli over 21 con musica commerciale” dice Filippo Bonaccini, nuovo gestore del locale. Inoltre da gennaio, durante la settimana, lo Strix Mulino Disco ospiterà un progetto di musicoterapia. Oggi il Mulino è cambiato, si è adattato ai tempi, ma è ancora forte il ricordo dei suoi anni d’oro quando era una passerella per gli artisti e un punto di riferimento per le serate di tutti i figlinesi, e non solo.



Tag

Salvini: «Denunciato da Carola Rackete. E noi la contro-denunciamo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità