QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 11° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
sabato 29 febbraio 2020

Coronavirus, Mattarella: «Basta paure irrazionali, grazie a chi si trova in prima linea»

Attualità giovedì 13 febbraio 2020 ore 16:54

Giro del Valdarno, una brutta notizia dopo 43 anni

Giro del Valdarno edizione 2019, arrivo in piazza Ficino

Gli organizzatori stanno cercando affannosamente di trovare una soluzione. La gara rischia di perdere lo storico e suggestivo arrivo in Piazza Ficino



FIGLINE E INCISA — Il selciato della piazza, la folla sulle gradinate già predisposte per il Palio, e poi tutto intorno la cornice dei palazzi antichi. Il Giro del Valdarno si è guadagnato un posto di rilievo nel calendario nazionale della Federazione ciclistica italiana, anche grazie al suggestivo arrivo in piazza Marsilio Ficino.

Uno scenario unico, immortalato immancabilmente per 42 anni in tutte le immagini, anche in bianco e nero, che hanno fotografato l’ultimo istante della “classica” gara di inizio settembre.

Purtroppo la 43^ edizione del Giro del Valdarno rischia di perdere il suo punto di maggiore appeal. Al momento la gara ciclistica, che si svolge nel martedì dei giorni dedicato alla Festa del Perdono, è considerata “non compatibile” con i tempi di allestimento del Palio di San Rocco.

Una convivenza, quella tra ruote e cavalli, che ora è resa impossibile dalla burocrazia. In pratica la commissione sicurezza che deve concedere il “nulla osta” per lo svolgimento del palio a cavallo notturno, deve essere in grado di esaminare la predisposizione per il torneo dei cavalieri (vale a dire: la lizza interrata, la disposizione delle speciali transenne a becco d’oca e le distanze di sicurezza) entro e non oltre le ore 17 del martedì.

Di fatto si tratta di una tempistica impossibile, visto che proprio a quell’ora, alle 17 (minuto più, minuto meno) i ciclisti impegnati nel Giro del Valdarno piombano in piazza Ficino per disputare la volata sotto lo striscione di arrivo. Quindi, tenendo conto che per stendere la terra sul selciato occorrono almeno tre ore di lavoro, si renderebbe impossibile ogni possibilità di verifica nei tempi richiesti dalla commissione sicurezza.

In questi giorni gli organizzatori del Giro del Valdarno stanno cercando affannosamente di trovare una soluzione. Qualora fossero costretti a spostare l’arrivo in zona Ponterosso, temono di perdere non solo l’appeal dell’arrivo in piazza, ma anche alcuni sponsor. Senza contare le maggiori spesi per allestire altrove altri palchi per l’arrivo e per la premiazione.

Per quest’anno è impossibile spostare la data di effettuazione del Giro del Valdarno, calendarizzato da tempo in modo tradizionale (già sono arrivate le iscrizioni di numerose squadre), mentre per l’edizione del prossimo anno si ipotizza di opzionare il giorno del lunedì (invece del martedì) proprio per evitare il problema della terra battura e della concomitanza delle complesse procedure per l’allestimento del Palio di San Rocco.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Spettacoli

Attualità