QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 13° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
lunedì 09 dicembre 2019

Attualità mercoledì 20 novembre 2019 ore 07:14

Cittadinanza Segre, quelle astensioni inattese

Liliana Segre

Nel Comune più rosso d’Italia, teatro di stragi naziste, salta l’intesa fra maggioranza e opposizione che invece si è concretizzata altrove



CAVRIGLIA — Era considerato il Comune più rosso d’Italia. E per questo motivo, in passato, non solo riceveva orsi in omaggio dall’Unione Sovietica, ma spesso sia la maggioranza che le opposizioni riuscivano a trovare unanimità di voto quando c’erano in ballo grandi questioni di carattere sociale. Ecco perché, per chi conosce la storia di Cavriglia, l’approvazione “a maggioranza” della cittadinanza onoraria a Liliana Segre è stata una vera sorpresa. Per i più anziani è suonata come una stonatura, un piccolo colpo al cuore. 

Una differenziazione che avveniva all’interno del Comune più rosso mentre in Toscana altre amministrazioni pubbliche trovavano l’unanimità. Ad esempio, il consiglio comunale di Volterra ha approvato compatto la cittadinanza onoraria alla senatrice Segre e il sindaco leghista di Pisa ha annunciato che si farà promotore di un’analoga iniziativa. 

Evidentemente col tempo qualcosa è cambiato nel paese caro all’Unione Sovietica se al momento di votare la mozione presentata dal gruppo di maggioranza “Insieme Per Cavriglia” nella seduta del consiglio comunale del 15 novembre, i rappresentanti dell’opposizione – i due del Movimento 5 Stelle e i due del “Centrodestra Unito per Cavriglia” - si sono astenuti. 

Cavriglia, che è stato teatro di stragi naziste, non è riuscito a dare un segno di compattezza alla senatrice, sopravvissuta ai campi di sterminio e oggetto recentemente di attacchi razzisti e minacce online. Un fatto imprevedibile nel paese in cui la sinistra continua a vincere a mani basse: l’attuale sindaco, Innocenti O Sanni, è stato eletto nelle consultazioni di maggio con l’81,37% dei voti, una percentuale “bulgara” a cui hanno contribuito anche elettori che nelle consultazioni nazionali o europee votano per la Lega.



Tag

Segre e Mattarella alla Prima della Scala di Milano

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport