comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 15°19° 
Domani 15°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
mercoledì 03 giugno 2020
corriere tv
2 giugno di Salvini: «La salute prima di tutto» ma non mette la mascherina

Attualità venerdì 08 aprile 2016 ore 19:57

La storia delle ferrovie nella Sala dei Grandi

Ceccarelli: “Questo libro è unico perché esistono tante pubblicazioni sulle singole ferrovie ma questo è il primo che le raccoglie tutte”



AREZZO — Mario Senesi ha presentato oggi nella Sala dei Grandi della Provincia, il suo libro "Oltre un secolo di ferrovie in Toscana e dintorni", edito da Aska. Senesi, è conosciuto come un ricercatore paziente e attento che ha scoperto manoscritti inediti e antiche cronache di accadimenti riguardanti la sua terra di Toscana e non soltanto. E non a caso il suo volume parla delle prime ferrovie toscana. Era il 15 marzo del 1866, centocinquanta anni fa, quando aprì la tratta ferroviaria Montevarchi-Tuoro. La ferrovia era arrivata appena tre anni prima, il 5 aprile 1863, e la stazione era stata inaugurata il 18 aprile 1863. Nel 1866 fu aperta invece la stazione ferroviaria di Arezzo. Presenti  all'evento, alcuni sindaci su cui territori passa la strada ferrata, l’assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli, il Presidente della Provincia, Roberto Vasai e il sindaco Alessandro Ghinelli. “Questo libro è unico perché esistono tante pubblicazioni sulle singole ferrovie ma questo è il primo che le raccoglie tutte. Rappresenta uno strumento importante anche per il lavoro perché oltre alle ferrovie in esercizio cita quelle dismesse che potrebbero essere recuperate per i tracciati cicloturistici. Inoltre incuriosisce per quanto riguarda la parte delle ferrovie che sono state delle ferrovie che sono state progettate ma mai realizzate e per questo possiamo dire che è anche un libro dei sogni”, ha detto Ceccarelli.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità