QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 11°16° 
Domani 12°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
sabato 21 settembre 2019

Imprese & Professioni lunedì 10 giugno 2019 ore 14:46

​Al via in Toscana la prova preselettiva DSGA: ecco come, quando e dove

Cercasi 171 Direttori Dei Servizi Genarali ed Amministrativi scolastici, quelli che una volta chiamavamo Segretari di Direzione Scolastica



TOSCANA — Il 28 gennaio 2019 è scaduto il termine per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso scolastico per la selezione del personale da destinare al profilo di DSGA, o Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi, la figura più importante nella gerarchia dell’istituto scolastico dopo il preside stesso.

Gli iscritti hanno superato i 100.000 e questo ha reso necessario, secondo quanto stabilito nel Bando, lo svolgimento di una prova preselettiva con lo scopo di sfoltire il numero dei candidati.
Ricordiamo che la procedura è stata bandita su scala regionale e che per la regione Toscana su 171 posti disponibili i candidati sono 5.233.

Come si svolgerà la prova

La prova sarà svolta al computer ed avrà una durata di 100 minuti durante i quali ai candidati verrà somministrato un quiz di 100 domande estratte a caso da una banca dati di 4.000 quesiti vertenti attorno alle materie delle altre prove, ovvero quelle previste dall’allegato B del DM 863:

  • Diritto costituzionale e Diritto amministrativo con riferimento al diritto dell'Unione Europea;
  • Diritto civile;
  • Contabilità pubblica in riferimento alla gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche;
  • Diritto del lavoro con riferimento particolare al contratto del pubblico impiego;
  • Legislazione scolastica;
  • Ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico;
  • Diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la Pubblica amministrazione;

I quesiti saranno a risposta multipla, verranno somministrati a ciascun candidato in ordine diverso e avranno 4 opzioni di risposta di cui solo una esatta.
Scaduti i 100 minuti il sistema acquisirà automaticamente le risposte date dai candidati.
Verranno assegnati:

  • 1 punto per risposta esatta;
  • 0 punti per risposta non data o errata;

tuttavia il punteggio conseguito non concorrerà alla formazione del voto finale del concorso.

Il numero degli ammessi alle prove scritte sarà pari a 3 volte il numero dei posti disponibili per regione.
Sarà ammesso alle prove scritte solo un numero di candidati pari a 3 volte il numero dei posti disponibili su base regionale, per la Toscana solo 513 su 5.233 potranno accedere alle fasi successive.

Ricordiamo che la banca dati è stata resa nota dal Ministero dell’Istruzione.
Per maggiori informazioni a riguardo vi consigliamo di leggere questo articolo: Concorso DSGA 2019 Prova Preselettiva - date, sedi, posti disponibili, banca dati e istruzioni operative del MIUR

Quando si svolgerà la prova

Il calendario della preselettiva è stato pubblicato il 15 marzo 2019 sul sito del Miur, sulla Gazzetta Ufficiale e sui siti dei rispettivi USR (Uffici Scolastici Regionali).
I giorni fissati sono i seguenti:

  • 11 giugno 2019;
  • 12 giugno 2019;
  • 13 giugno 2019;

Per quelle date ogni candidato dovrà presentarsi nella sede stabilita munito di documento di riconoscimento valido e codice fiscale, pena l’esclusione dalla procedura concorsuale.

Dove si svolgerà la prova

Anche l’elenco delle sedi è stato pubblicato di recente e ciascun candidato è stato abbinato ad un’aula e ad una data specifica.
Ripetiamo ancora una volta che si potrà svolgere la prova soltanto nel giorno e nel luogo indicati.

Al seguente link troverete tutte le informazioni dell’USR della Toscana relative all’abbinamento tra candidati e sedi, molte di queste si trovano proprio in Valdarno.

Cosa non si potrà fare

Concludiamo il nostro articolo elencandovi tutti i divieti a cui i candidati saranno soggetti:

  • divieto di introdurre nella sede di esame carta da scrivere;
  • divieto di avvalersi di codici;
  • divieto di consultare raccolte normative;
  • divieto di consultare dizionari;
  • divieto di visionare testi di legge, pubblicazioni, appunti di qualsiasi natura;
  • divieto di utilizzare strumenti di calcolo;
  • divieto di utilizzare telefoni, portatili o in generale di strumenti utilizzabili per la memorizzazione di
  • divieto di informazioni o alla trasmissione di dati;
  • divieto di comunicare tra di loro sia verbalmente che per iscritto;
  • divieto di comunicare con altri (fatta eccezione degli incaricati alla vigilanza e i membri della commissione);


Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità