QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 13° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
martedì 28 gennaio 2020

Attualità mercoledì 11 dicembre 2019 ore 16:04

Gruccia, Chiassai al flash mob con gli infermieri

Il sindaco Chiassai Martini al flash mob davanti l'ospedale della Gruccia

Il primo cittadino di Montevarchi incontra il sindacato Nursind che ha manifestato contro la carenza di personale. “Risolvere subito il problema”



VALDARNO — I reparti ospedalieri non hanno bisogno solo di efficaci attrezzature, ma di personale sufficiente perché venga svolta al meglio la cura dei pazienti e siano rispettate le giuste condizioni di lavoro per gli operatori.

È questo, in sintesi, l’intervento del sindaco di Montevarchi che questa mattina ha incontrato i rappresentati del sindacato autonomo Nursind che ha organizzato davanti l’ospedale della Gruccia un flash mob per far conoscere a tutti i problemi di carenza di personale infermieristico. Problema che la Asl Toscana Sud Est – con una nota diffusa ieri – ha negato annunciando tra l’altro come sia ormai definitivo il via libera all’assunzione di nuovo infermieri e sottolineando che “il nostro personale è adeguato e coerente alle necessità”.

Nonostante la presa di posizione della Asl che ha cercato di fare chiarezza sul tema, la manifestazione questa mattina si è tenuta lo stesso e la prima cittadina di Montevarchi si è confrontata con il sindacato e gli operatori sanitari evidenziando che bisogna “risolvere subito le carenze di personale”.

“Da tre anni, sto lottando per ottenere la classificazione di I livello del nostro Ospedale del Valdarno per le specializzazioni presenti e la grande professionalità di medici ed operatori. La salvaguardia della sanità territoriale si basa su dare garanzie concrete alla piena funzionalità dei reparti con dotazioni di personale idonei ai carichi di lavoro sostenuti quotidianamente. Assicurare il personale necessario alle esigenze, significa garantire principalmente un servizio essenziale e di qualità al paziente; significa rispettare chi lavora con ritmi, ferie e riposi adeguati trattandosi di professionalità emotivamente faticose in cui l’accumulo di stress condiziona le prestazioni. Stiamo parlando di una categoria particolare di lavoratori che si occupa di cittadini in condizioni critiche di salute” ha detto Chiassai Martini. “Per questo motivo ho incontrato i rappresentanti Nursind e i lavoratori: per ribadire che gli obiettivi più importanti si raggiungono cominciando dalla base e dando le necessarie certezze a chi opera ogni giorno per la salute del cittadino. In tutte le sedi politiche o istituzionali sto chiedendo che finalmente sul nostro ospedale si passi dalle parole ai fatti, investendo risorse certe per risolvere le carenze di organico in quasi tutti i reparti. Non è soltanto con le strumentazioni e le tecnologie che si migliora la qualità dei servizi erogati ma mettendo il personale nelle condizioni migliori a svolgere un lavoro in sicurezza. Per quanto mi riguarda continuo a dare la massima attenzione alle richieste legittime del sindacato in quanto la carenza di personale è un problema serio che deve essere affrontato il prima possibile dalla politica, rompendo un silenzio incomprensibile nei confronti dell’Ospedale della Gruccia. Ringrazio tutti gli operatori che con serietà e professionalità continuano a svolgere il loro dovere per fornire la migliore assistenza possibile nutrendo un grande rispetto per i pazienti, malgrado non ricevano lo stesso trattamento per la professione che esercitano”.



Tag

Emergenza smog: il traffico si ferma nelle grandi città del Nord

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Cultura

Attualità