Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:MONTEVARCHI15°23°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
lunedì 20 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Lavoro giovedì 09 novembre 2023 ore 21:40

Metalmeccanica, a rischio 5mila posti di lavoro

abb
Foto d'archivio

Sono più di 20 le vertenze aperte in Toscana, dalla costa all'entroterra, su cui i sindacati accendono i riflettori tracciando una mappa della crisi



TOSCANA — Oltre 20 vertenze aperte, quasi 5mila posti di lavoro a rischio: è la fotografia della crisi che il settore metalmeccanico, ma non solo, attraversa in Toscana da Abb, Fimer e Bekaert in Valdarno alla Paycare a Siena, fino a Jsw a Piombino. Dalla costa all'entroterra la preoccupazione sale e ad accendere i riflettori sulla situazione sono Cisl Toscana e Fim Cisl rispettivamente col segretario generale Ciro Recce e con Alessandro Beccastrini per la segreteria della costola metalmeccanica.

Gli organismi sindacali chiedono aiuto alla Regione Toscana e per farlo hanno inviato una lettera aperta al governatore Eugenio Giani in cui si fa un triste punto della situazione.

"L’area del Valdarno è stata fortemente colpita dalla vicenda Bekaert, ma adesso rischia il collasso con Fimer e Abb. Due aziende della filiera delle rinnovabili, quindi con un prodotto ancora sostenibile e sviluppabile nel nostro Paese, che hanno accumulato problemi diversi". 

"Puntiamo velocemente all’amministrazione straordinaria", si legge nella lettera con riferimento a Fimer. "Greybull Mclaren ha confermato, perlomeno a parole, di essere interessato a giocare anche il secondo tempo di questa partita, insieme istituzioni e rappresentanti dei lavoratori tengano i fili allacciati compresi quelli col Mimit".

E poi Abb: "Abb è stata una grande inaugurazione di un progetto innovativo, con un progetto giovane e tecnologico. Non sono trascorsi 2 anni che 170 giovani valdarnesi vanno a casa. E con che prospettive rimangono gli altri 200 lavoratori? Vi chiediamo di scoprirlo insieme". 

A Siena: "Paycare è una vicenda più piccola ma emblematica". E poi Piombino con Jsw: "E' evidente che i vari passaggi rapidi in successione abbiano bisogno di una presenza costante verso il Mimit, verso la proprietà e verso il territorio. Abbiamo bisogno di risposte continue, prima e dopo gli incontri che avvengono con frequenza quasi settimanale". 

Fim Cisl si mette a disposizione, ma sottolinea: "Non ci sono crisi di serie A e crisi di serie B per la Fim Cisl Toscana". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco le opportunità proposte dai Centri Impiego di Arezzo e provincia, lavori a tempo indeterminato e determinato ed apprendistato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità