Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:45 METEO:MONTEVARCHI9°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, le case in bilico e la distruzione provocata dalla frana: il video dal drone

Attualità sabato 18 aprile 2020 ore 16:01

Se ne va un pezzo di storia: addio a Omero Bronzi

Omero Bronzi
Omero Bronzi

Sindacalista da sempre, è stato un punto di riferimento per tutta la vallata. Le parole commoventi della gente e il ricordo del sindaco Chienni



TERRANUOVA BRACCIOLINI — Una persona fantastica. Speciale. Una gran bella persona. E poi ancora: ci mancherai tanto. Ti rimpiangeremo. Era un uomo d’altri tempi.

Sono le parole che si rincorrono su facebook, quel tam-tam social dei terranuovesi che vogliono dare l’ultimo saluto a Omero Bronzi che è stato un punto di riferimento per il paese ma anche per la Cgil del Valdarno. Il sindacato era la sua casa: da giovane era entrato nella federazione di categoria e quando gli anni si sono fatti sentire - ma lo spirito era sempre quello battagliero dei primi anni - era diventato esponente dello Spi, il settore dell’organizzazione dei e per i pensionati.

Sempre in prima fila nelle battaglie politiche e sociali conosceva bene i problemi di operai e lavoratori, del resto in questo mondo era entrato ragazzo quando cominciò a lavorare in una vetreria di San Giovanni.

C’è chi ricorda le risate condivise al campeggio e le chiacchiere in strada dove risuonava la sua voce roca. Altri rammentano come arrivasse di prima mattina alla Camera del Lavoro per andarsene a sera inoltrata, Quella sede della Cgil di paese era un pezzo della sua vita e quando tre anni fa – lui già 87enne – qualcuno vi entrò per uno stupido atto vandalico, ne soffrì molto, come se gli avessero tolto un pezzo di sé.

Omero Bronzi se ne è andato toccando i 90 anni di una vita piena. Non avrà il saluto della tanta gente che lo ha conosciuto e stimato per via delle restrizioni del Coronavirus, gente che in tempi normali avrebbe riempito il corteo funebre. Per tutti loro, riportiamo il bel ricordo di Omero che ne fa il sindaco di Terranuova. Sergio Chienni descrive una scena di tutti i giorni che ora non ci sarà più.

“Via Nazario Sauro (i miei colleghi e ex colleghi amministratori lo sanno bene) è anche la “via del Sindaco”, quella dove si passa quando qualcuno ci sta aspettando in Comune e non si ha il tempo di fermarsi per strada a rispondere a chi incontriamo. Ma c’era “un posto di blocco” a cui non si sfuggiva mai, quello di Omero di fronte alla camera del lavoro. Quando le cose in generale andavano bene in Comune, mi chiedeva di spiegargliene una che non gli era tornata (e il più delle volte aveva visto giusto), quando invece sapeva che c’era maretta perché qualcosa non funzionava allora mi parlava di una cosa che gli era piaciuta. Come a dire non si cammina per aria, ma non ci si deve nemmeno abbattere. Poi rientrava dentro a seguire le tante persone che in questi anni ha aiutato. Ha continuato a dar mano anche quando ormai la malattia era in stato avanzato. Ciao Omero, se ne va una parte di Terranuova, ma so che resta qui tutto quello che di bene hai fatto. Un abbraccio forte a Mauro, Tiziana e a tutti i familiari”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
C'è tempo fino al 15 dicembre per il percorso specialistico in geotecnologie e al 15 marzo 2023 per quello in marketing del gioiello
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità