Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:59 METEO:MONTEVARCHI14°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
sabato 04 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
L'accorato appello di Ornela: «Contratti di lavoro da 750 euro? Uno schiaffo. Smettiamo di accettare paghe da fame»

Attualità martedì 24 gennaio 2023 ore 19:40

Pnrr, i progetti destinati alla povertà estrema

Grazie ai finanziamenti messi a disposizione dal piano nazionale di ripresa e resilienza saranno attivati anche progetti di zona



SAN GIOVANNI VALDARNO — Tra i progetti finanziati con risorse del Pnrr, nella missione 5 “Inclusione e coesione” troviamo anche progetti dedicati alla marginalità sociale. “L’approccio emergenziale – spiega l’assessore al welfare e alle politiche sociali del comune di San Giovanni Valdarno Nadia Garuglieri – è insufficiente a fronte di un necessario approccio strategico per sviluppare interventi organici e strutturati in grado di programmare e assicurare prestazioni appropriate. Occorre assicurare la presa in carico dello stato di bisogno del soggetto mirato a potenziarne le capacità e a fornire strumenti per fronteggiare il disagio, rinsaldare i legami sociali e riprendere il controllo della propria vita. Costruire le opportunità per consentire alle persone in grave marginalità di recuperare benessere e autonomia. E’ questo il principio di inclusione attiva che rappresenta la vera sfida del nostro sistema di welfare. Direi il nuovo paradigma cui devono orientarsi i servizi sociali. I progetti Pnrr costituiscono importanti opportunità”. Sono progetti di zona, coinvolgono quindi tutti gli otto comuni del Valdarno e San Giovanni rappresenta il comune capofila.

“Ringrazio a questo proposito – continua Garuglieri – il gruppo tecnico di zona per il lavoro importante che ha fatto per riuscire a candidare questi progetti e a farli posizionare tra i 20 della regione Toscana che hanno ricevuto i finanziamenti delle risorse correlate al Piano nazionale di ripresa e resilienza”.

Le attività di contrasto alla marginalità, finanziate con le risorse del Pnrr, adottano il nuovo paradigma, sono cioè orientate al superamento di un approccio di tipo emergenziale in favore di approcci strutturati, in linea con gli indirizzi e le indicazioni presenti nei vari documenti di livello nazionale ed europeo. Rientrano in questa logica il “Centro servizi” e l’ “housing first”. Per il centro servizi il finanziamento è circa 1. 100.000 euro mentre per housing first circa 700.000 euro


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno