Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:51 METEO:MONTEVARCHI16°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Amadeus: «Avremo degli applausi finti ma immagineremo che siano del pubblico a casa»

Attualità mercoledì 20 gennaio 2021 ore 19:47

Reggello, autovelox fa scoppiare un caso politico

Autovelox in funzione (foto di repertorio)

A febbraio 2020 un’auto blu del Comune di Caserta superò i limiti di velocità. Ora è arrivata la multa e due consiglieri chiedono “Che ci faceva lì?”



REGGELLO — È un giorno di febbraio del 2020 quando un’Alfa Romeo Giulietta supera i limiti di velocità nel momento in cui transita nel comune di Reggello. Non è la prima e neanche l’unica. Gli autovelox piazzati nel territorio reggellese sono particolarmente spietati. Ben lo sanno molti valdarnesi che, dopo essere stati pizzicati varie volte, ormai sanno bene dove alzare il piede dall’acceleratore. Probabilmente è proprio quello che ignorava l’autista della Giulietta, visto che l’auto era in viaggio da Caserta. Sta di fatto che la targa del veicolo proveniente dalla Campania viene registrata per individuare il proprietario a cui notificare la multa di 368,70 Euro.

Fin qui niente di speciale. Cose che nel comune di Reggello accadono ogni giorno. Il problema nasce quando si scopre che l’auto multata non è di un viaggiatore qualsiasi, ma in realtà è assegnata al “servizio istituzionale del Comune di Caserta”. Così quando la multa arriva sui tavoli dell’Amministrazione comunale casertana, scoppia un caso politico.

Il 14 dicembre 2020 gli uffici preposti impegnano la pesa di 368,70 euro per pagare la multa elevata per il superamento dei limiti di velocità. Qualche giorno dopo dopo due consiglieri comunali del gruppo “Speranza per Caserta”, ovvero la capogruppo Norma Naim e il consigliere Francesco Apperti, presentano su questo argomento una interrogazione scritta rivolta al sindaco Carlo Marino e all’assessore alla programmazione finanziaria Federico Pica.

 Nel documento ufficiale i due esponenti di opposizione chiedono spiegazioni “sia per capire quali sono i motivi istituzionali per cui l’autovettura è stata usata fuori dai confini regionali e anche di conoscere i contenuti del verbale di accertamento”.

“Forse si tratta di un piccolo importo - precisano i consiglieri Naim e Apperti - ma riteniamo comunque opportuno far luce sull’utilizzo dei mezzi in dotazione all’ente, visto il perdurante stato di asfissia delle case comunali. Il provvedimento è poco chiaro ed è doveroso, da parte dell’Amministrazione comunale, fornire le opportune spiegazioni”.

In attesa della risposta ufficiale da parte dell’Amministrazione comunale, il caso della Giulietta del Comune finita in provincia Firenze ha avuto una vasta eco sui media casertani. Il primo cittadino di Caserta tra l’altro è un avvocato e quindi saprà trovare i giusti argomenti per sbrogliare il curioso caso dell’auto blu multata nel comune di Reggello. Il sindaco Marino è stato eletto nel giugno del 2016 e da novembre 2019 è presidente dell'Anci Campania. Non è da escludere che proprio questo incarico lo abbia portato fuori dai confini comunali e regionali. La risposta arriverà dopo aver consultato i registri dell’epoca.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Economia

Attualità