Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:16 METEO:MONTEVARCHI13°18°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità mercoledì 21 aprile 2021 ore 07:00

Covid, quelle domande dei bambini al sindaco

Un momento dell'incontro del sindaco Chiassai con gli alunni di Mercatale
Un momento dell'incontro del sindaco Chiassai con gli alunni di Mercatale

“Settimana civica”: Chiassai ha incontrato gli alunni di elementari e medie. Ed è rimasta stupita dall’interesse dei piccoli concittadini



MONTEVARCHI — Le hanno fatto tante domande, anche su come ha affrontato il Covid. Dimostrando un interesse per il lavoro di sindaco che ha stupito il primo cittadino di Montevarchi.

In occasione della “Settimana Civica” dal titolo “Noi come cittadini, noi come popolo”, il sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai e l’assessore Stefano Tassi hanno incontrato i ragazzi delle scuole nell’anno in cui, per volere unanime del Parlamento, ha preso avvio l’insegnamento dell’Educazione Civica negli Istituti scolastici di ogni ordine e grado. Un confronto, tenuto nel rispetto delle misure anti-Covid, che ha riguardato alcune classi della scuola media “F. Mochi” di Levane, della elementare “Don Milani” e “Giotto” di Mercatale, dove i bambini hanno posto diverse domande al primo cittadino sul ruolo delle istituzioni e sul lavoro svolto per la comunità.

L’interesse degli alunni ha molto colpito Chiassai: “I bambini sono stati partecipi all’iniziativa dandoci un bellissimo esempio di cittadinanza attiva. Le loro curiosità, richieste e anche ringraziamenti per quanto è stato fatto in questo periodo, hanno evidenziato un’attenzione particolare verso la comunità e verso ciò che sta succedendo. Con molto piacere ho constatato il loro interesse per il ruolo del sindaco anche nella lotta al Covid su tanti aspetti, sanitario e sociale, grazie alle iniziative legate ai tamponi rapidi gratuiti messi a disposizione della cittadinanza e di cui anche loro hanno usufruito”.

I bambini – aggiunge il sindaco di Montevarchi - “Hanno voluto parlare delle difficoltà legate al Covid che li hanno sottoposti a molte restrizioni in classe, con le precauzioni e le regole che ancora siamo tenuti a rispettare, come il distanziamento, l’obbligo della mascherina e dell’igienizzazione delle mani. Li ho ringraziati per l’impegno che è servito da esempio a tanti adulti. Sono orgogliosa di queste nuove generazioni che hanno saputo dimostrare cosa significhi la responsabilità dei comportamenti dimostrando di essere molto più maturi di quanto ci saremmo aspettati. Mi sono resa conto dell’importanza che i ragazzi stanno dando alle istituzioni e alla scuola come luoghi fondamentali non solo di formazione, ma di crescita sana attraverso quei valori che rendono più forte e solidale una comunità”.

Il sindaco Chiassai ha ricevuto anche una gradita sorpresa dalla classe 2 B della primaria “Don Milani”: il regalo della scatola “legalizziamoci” con il gioco delle carte “Memory” che contiene disegni e parole sulla legalità e sul rispetto dell’ambiente. Questo gioco parteciperà al concorso nazionale “La nave della legalità in memoria dei Giudici Falcone e Borsellino”.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Coronavirus, l’aggiornamento della Asl Toscana Sud Est: ancora tanti casi nella zona, l’infezione non accenna a fermarsi. I dati
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità