QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 10°10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
mercoledì 20 novembre 2019

Attualità giovedì 07 novembre 2019 ore 16:06

Cassonetti intelligenti al Pestello e a Moncioni

Montevarchi, stop alla raccolta dei rifiuti porta a porta. Al via il nuovo sistema di smaltimento dei rifiuti nelle due zone del comune.



MONTEVARCHI — Prosegue a Montevarchi la collocazione dei cassonetti dei rifiuti “intelligenti” che si azionano con apposita card. Nel mese di novembre le aree interessate sono quelle del quartiere del Pestello e della frazione di Moncioni dove a settembre si sono svolti incontri – a cura dell’amministrazione comunale e del gestore Sei Toscana - per illustrare ai cittadini le nuove modalità di conferimento dei rifiuti.

Da 16 novembre, quindi, il nuovo servizio entrerà in funzione e sarà sospesa la raccolta dei rifiuti porta a porta.

“L’obiettivo della riorganizzazione del servizio – afferma l’assessore all'Ambiente Angiolo Salvi - è quello di aumentare il riciclo dei rifiuti su tutto il territorio comunale. Il porta a porta introdotto solo nell'area del Pestello e delle colline circostanti è costato ogni anno alla collettività 321mila euro senza alcun beneficio in termini generali sull'aumento delle percentuali di raccolta differenziata che per anni, a Montevarchi, è stata al di sotto del 40%. Dal 2018 abbiamo cominciato lentamente ad invertire la rotta fino ad un odierno incremento di 10 punti di percentuale e volendo raggiungere il 65% entro il 2022. Per questo motivo, è stato necessario modificare le modalità di conferimento rispetto al passato, andando poi a premiare il comportamento virtuoso del cittadino.

Sappiamo anche – conclude l’assessore - che l’estensione del porta a porta alle utenze domestiche su tutto il territorio di Montevarchi sarebbe costato 2 milioni e mezzo di euro con un’incidenza di circa il 30% sulla Tari, quindi comprensibilmente abbiamo scelto i cassonetti stradali da aprire con la card, associando ogni conferimento all'utenza fino a giungere in prospettiva alla calibrazione della tariffa basata sui rifiuti prodotti ed effettivamente differenziati". 



Tag

Trenta e la casa da ministra: «Mio marito rinuncia all'alloggio, lasceremo nel tempo per fare il trasloco»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Politica

Cultura

Attualità