QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 16°16° 
Domani 13°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
giovedì 24 ottobre 2019

Attualità venerdì 21 ottobre 2016 ore 16:36

Arno in sicurezza

Lavori del Consorzio di Bonifica per 500mila euro. Ruspe già operative sui 9 chilometri di Figline e Incisa



FIGLINE-INCISA — Droni per la messa in sicurezza dell'Arno in un tratto di 9 chilometri per la difesa idraulica della zona compresa nei tratti ricadenti nei Comuni di Figline e Incisa Valdarno, San Giovanni Valdarno e Reggello. 

Ammonta a 500mila euro, il 70% finanziato dalla Regione e il 30% dal Consorzio, l'intervento di manutenzione straordinaria del fiume che il Consorzio sta realizzando grazie all'accordo sulle opere idrauliche di terza categoria.

Soddisfatto il presidente Paolo Tamburini: “Siamo molto orgogliosi in quanto con questo intervento intendiamo rispondere con tempestività alla sicurezza del territorio. Il Consorzio dimostra la propria capacità progettuale e operativa nella gestione delle opere idrauliche dei grandi fiumi. Ricordo che questo primo lotto di lavori in corrispondenza dell'abitato di Figline, considerata l'urgenza, è stato realizzato dal Consorzio in conduzione diretta con le proprie maestranze ed in collaborazione con quelle delle Unioni dei Comuni del Casentino e del Pratomagno con le quali il nostro ente ha stretti e proficui rapporti istituzionali”. Inoltre, “questo intervento - continua il presidente - siamo certi che consentirà anche maggiore fruibilità dell'ambiente in particolare da un punto di vista turistico”.

Anche la sindaca di Figline e Incisa Valdarno, Giulia Mugnai, è soddisfatta di questo intervento: “Più volte abbiamo sollecitato un intervento consistente per la ripulitura dell’alveo dell’Arno, quindi ringraziamo Regione e Consorzio per un intervento da 500mila euro che mette in maggior sicurezza un tratto importante come quello valdarnese. E tutti sappiamo quanto il nostro territorio sia impegnato nella sicurezza idraulica attraverso vari interventi sul reticolo minore, ma soprattutto con la realizzazione di un sistema di casse di espansione che garantirà anche Firenze”.

L'intervento, per la cui progettazione sono stati impiegati anche i droni, prevede la manutenzione della vegetazione che si è sviluppata nell’alveo dell'Arno, in modo da assicurare una corretta regimazione delle acque. In particolare verrà effettuato un “taglio selettivo” della vegetazione arborea sulle sponde e un “taglio raso” con rimozione delle ceppaie. Ad essere interessato dai lavori è il tratto di fiume compreso fra la traversa Enel, subito a valle dell’abitato di San Giovanni Valdarno, e l’immissione in destra idraulica del torrente Chiesimone, 3 chilometri circa a valle del ponte di Figline, in corrispondenza della zona industriale. 



Tag

Manovra, Fioramonti: "Sono preoccupato, risorse per la scuola sembrano poche"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Spettacoli