comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 18°26° 
Domani 18°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
lunedì 21 settembre 2020
Giani
0
 
0.00%
Ceccardi
0
 
0.00%
Galletti
0
 
0.00%
Vigni
0
 
0.00%
Fattori
0
 
0.00%
Barzanti
0
 
0.00%
Catello
0
 
0.00%
corriere tv
Giù dalla scogliera con la tuta alare: il video di un volo di Alessandro Tovazzi

Attualità martedì 15 settembre 2020 ore 17:40

Cassa di espansione, divieto di caccia “immediato”

E' scattato il divieto di caccia nella cassa di espansione

Il provvedimento preso dal Comune resterà in vigore fino al 31 gennaio nell’area denominata Pizziconi perché sono in corso alcuni collaudi dell’opera



FIGLINE E INCISA — L’Amministrazione comunale di Figline e Incisa ha deciso di istituire il divieto di caccia e di addestramento cani “con decorrenza immediata e fino al 31 gennaio 2021” sui terreni interessati dalla cassa di espansione denominata “Pizziconi”. La zona si trova in riva destra dell’Arno.

L’Amministrazione municipale si è avvalso di una legge del 1994, la quale prevede che i Comuni possano vietare la caccia per periodi limitati di tempo, in aree dove, per ragioni turistiche o altre motivazioni si abbiano concentrazioni di persone che rendano pericoloso l’esercizio di caccia per pubblica incolumità”. Ma perché è scattata questa decisione?

Tutto nasce dalla comunicazione pervenuta al Comune da parte dall’Ufficio del Commissario per la realizzazione Lotto n.1 della Cassa di Espansione “Pizziconi” con la quale si segnala “che l’area sarà oggetto delle operazioni di collaudo dell’opera, con utilizzo di personale e mezzi. Gli amministratori pubblici hanno quindi ritenuto “che l’esercizio venatorio in una area interessata da regolare impiego di personale e mezzi d’opera costituirebbe un pericolo per l’incolumità delle persone” per cui ha rilevato la necessità di vietare l’esercizio dell’attività di caccia, nonché l’addestramento di cani, nell’area interessata dai lavori di collaudo “stante il pericolo che si verrebbe a determinare per la pubblica”. Il divieto ha decorrenza immediata.



 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Imprese & Professioni