comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 17°26° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
mercoledì 05 agosto 2020
corriere tv
Passo dello Stelvio: 30 centimetri di neve a inizio agosto

Attualità giovedì 30 luglio 2020 ore 17:55

Bekaert, chiesto un incontro urgente al Ministro

Un precedente tavolo ministeriale per Bekaert

Il presidente Rossi, il sindaco metropolitano Nardella e la sindaca di Figline, Mugnai, vogliono parlare con Patuelli della vertenza ormai in scadenza



FIGLINE E INCISA — “Entro la prossima settimana deve essere convocato il tavolo ministeriale sulla vertenza Bekaert”. È questa la richiesta avanzata al ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli e alla sottosegretaria Alessia Morani, dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, dal sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella e dalla sindaca di Figline-Incisa Valdarno Giulia Mugnai. L’urgenza della richiesta deriva dall’avvicinarsi della scadenza della vertenza: gli ammortizzatori sociali termineranno infatti alla fine di ottobre e, se non verrà trovata una soluzione, ai primi di novembre i lavoratori si troveranno definitivamente fuori dallo stabilimento. “Chiediamo pertanto – scrivono i tre firmatari al ministro – di garantire come sempre il massimo impegno, per giungere ad una positiva conclusione di tutta la vicenda” e in questo senso, sottolineano, è necessario concretizzare “le opportunità su cui ha lavorato l’Advisor Sernet”, sia per la salvaguardia delle 180 persone ancora coinvolte nella vertenza, sia perché l’azienda ha garantito nel tempo lo sviluppo economico della città e del territorio circostante.

“Lo stabilimento – affermano ancora Rossi, Nardella e Mugnai - necessita di investimenti seri e di un progetto di reindustrializzazione che possa anche contemplare più soggetti ma che garantisca i massimi livelli occupazionali possibili e dia una risposta ad ogni singolo lavoratore coinvolto”. E di fronte alle preoccupazioni della comunità e di tutto il territorio "abbiamo bisogno di conoscere – concludono - quale sarà il futuro dello stabilimento da cui dipende anche il futuro del territorio circostante ed una presenza industriale irrinunciabile in Toscana”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca