QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 14° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
lunedì 17 febbraio 2020

Attualità martedì 21 gennaio 2020 ore 20:46

Allagamento, consigliere di maggioranza non ci sta

Il campo in erba sintetica di Incisa allagato

Il campo da calcio in sintetico finito sott’acqua risveglia l’orgoglio dell’ex portiere Ciucchi “Io l’avevo detto che non andava fatto in quella zona”



FIGLINE E INCISA — “Quando fu presentato il progetto del campo, ero il portiere dell’Ideal club, e mi ricordo bene che nella riunione di presentazione fatta al Circolo dell’Incisa, io esposi chiaramente la mia opinione, e cioè che in quella zona il campo in sintetico non andava fatto. Semmai si poteva fare un campo in erba vera, che non avrebbe creato problemi in caso di allagamento, ma non un campo in sintetico. Ora mi astengo, per coerenza con quanto ho detto in quella occasione”.

Con questa dichiarazione, fatta dal consigliere Ciucchi, a sorpresa è mancato un voto alla coalizione di maggioranza che sorregge la giunta comunale di Figline e Incisa, quando è andata al voto per respingere la mozione presentata da un paio di consiglieri della Lega Salvini. 

In questa occasione Umberto Ciucchi, capogruppo di “Per Figline Incisa in Comune” ha preso le distanze dal resto della maggioranza, esprimendo un voto di astensione.

Il documento che i consiglieri Pittori e Arcamone tentavano di far approvare nell’ultima seduta del Consiglio Comunale, era fortemente critico nei confronti delle affermazioni fatte il 26 febbraio 2018 dall’allora vicensindaca Caterina Cardi. Parole espresse nel replicare al consiliare Lombardi, il quale in merito all'intervento di via Olimpia a Incisa sollevava dubbi sulla sicurezza delle persone “sono previsti sistemi di allarme anti esondazione?” e sui danni potenziali che “potrebbero esserci alla zona in cui si investono 970.000 euro, in particolare al campo da calcio in manto sintetico”.

In quell’occasione la vicesindaco Cardi aveva rassicurato: “Tutto ciò che noi realizziamo non va assolutamente a incrementare il carico di pericolosità che c’è su questa zona” e poi aveva escluso la presenza di sistemi di allarme, perché il progetto aveva avuto l’autorizzazione dell’autorità idraulica competente. “Non siamo in grado di dire adesso se ci fosse un’alluvione quanti danni potrebbero pervenire” aveva poi affermato la vicesindaca Cardi “Ma vorrei evitare queste ipotesi, perché anche negli anni recenti, quando abbiamo visto degli episodi di piccole esondazioni, anche nel 2016, in via Olimpia, la cosa ha riguardato solo una piccola area vicina all’Arno, mentre il campo in sintetico si realizzerà nella parte più lontana rispetto all’argine”.

Secondo i presentatori della mozione, gli allagamenti che si sono verificati il 16 e 17 novembre 2019 avrebbero smentito nei fatti l’ex vicesindaco, per cui nel condannare quelle dichiarazioni chiedevano al Consiglio comunale di appoggiare qualunque iniziativa idonea a contrastare il ripetersi di fenomeni di esondazione “in corrispondenza di via Olimpia, comprendente il campo da calcio in sintetico, il parco ed il parcheggio, con adozione anche di un sistema di allarme in quanto area idrogeologicamente non in sicurezza per la collettività, al contrario di quanto affermato dall’ex vice sindaco Cardi”.

Dopo una lunga discussione il documento è stato respinto con i voti della maggioranza (tranne quello di Ciucchi, che si è astenuto), mentre hanno votato a favore il consigliere dei Cinque Stelle e i due consiglieri della Lega presenti in aula. Le opposizioni hanno però riconosciuto “la correttezza e l’equilibrio delle posizioni espresse dal consigliere Ciucchi”.



Tag

Massimo Giletti caccia l'ex brigatista Etro, aveva detto in tv: «Meglio mani sporche di sangue»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Spettacoli