Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:42 METEO:MONTEVARCHI19°33°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Samele argento nella sciabola, la dura preparazione per arrivare così in alto

Attualità venerdì 25 giugno 2021 ore 13:00

Ecco la piazza che ricorda il sindaco della svolta

Domani l’inaugurazione del nuovo spazio pubblico intitolato a Gino Nenci. La sua fu una storia politica particolare nella metà del secolo scorso



REGGELLO — Domani (26 giugno) alle 11,30 l’Amministrazione comunale di Reggello intitolerà una piazza all’ex sindaco Gino Nenci, un nuovo spazio pubblico creato nella frazione di Cascia, esattamente tra via Pier Paolo Pasolini e via Martin Luther King. Gino era nato a Figline Valdarno il 2 giugno 1897 da Raffaello nenci ed Elvira Tassi. Fu membro della sezione di Reggello del Comitato Toscano di Liberazione Nazionale, che il 9 agosto 1944 assunse “la Direzione dell’Amministrazione Comunale e delle Forze Comunali di Polizia”. Nenci è stato poi consigliere comunale e assessore dal 1951 al 1956. Ha ricoperto, poi, la carica di sindaco dal 1956 al 1960 e di consigliere comunale dal 1960 al 1970. È stato anche candidato al Senato della Repubblica alle elezioni politiche del 28 e 29 aprile 1963 nel Collegio di Montevarchi. La sua è stata una vita dedicata alla politica, fino al momento della morte avvenuta nella sua casa di Cascia nel 1970.

“Intitolare una via del nostro Comune al Sindaco Gino Nenci vuol significare il ricordo di un amministratore capace e prolifico – spiega il Sindaco Reggente Piero Giunti - riconoscere la considerazione per la sua attività pubblica ed un tributo a quella generazione che ha caratterizzato la nostra vicenda democratica: il Sindaco Gino Nenci ne è parte a pieno titolo con duratura stima e memoria”.

Gino Nenci fu soprattutto il protagonista di quel singolare “laboratorio politico” reggellese, che avviò con un anticipo di sei anni il dialogo istituzionale tra il Partito Socialista Italiano e la Democrazia Cristiana, rispetto al primo governo di centrosinistra a guida Aldo Moro (1963). Nenci fu il simbolo di quella audace ed inattesa operazione politica, assumendone la responsabilità con la sua elezione a Sindaco il 15 luglio 1956, nella consiliatura che si protrasse dal 1956 fino 1960. Nenci ed altri Consiglieri eletti nella lista del P.S.I. formarono la giunta comunale con l’appoggio “esterno” dei Consiglieri Dc. Una formula che ebbe successo, anche se in quel momento l’operazione non fu riconosciuta dagli organi statutari socialisti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Incidente in autostrada all’altezza del casello Valdarno: sul posto 5 ambulanze e Vigili del fuoco. Circolazione in tilt
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità