comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:31 METEO:MONTEVARCHI11°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Com'è nata la Luna? La simulazione creata dal super computer

Attualità martedì 27 ottobre 2020 ore 19:59

“Niente commissione d’inchiesta sul Serristori”

La sala del Consiglio comunale a Figline

I gruppi di maggioranza al Comune di Figline Incisa dicono no all’indagine consiliare “rischia di essere solo un ulteriore strumento di pesantezza”



FIGLINE E INCISA — Preoccupazione per la situazione che si è determinata al Serristori, ma niente commissione d’inchiesta. Questo, in sintesi, il succo di un documento sottoscritto all’interno della maggioranza che sorregge la giunta Mugnai al Comune di Figline e Incisa. Nella nota congiunta i capigruppo Laura Orpelli (Pd - Si per Figline Incisa) Umberto Ciucchi (Per Figline Incisa in Comune) e Silvia Lapi (Italia in Comune) esprimono, prima di tutto, una forte preoccupazione in merito al riscontro di alcuni casi positività al Covid-19 all’interno dell’Ospedale Serristori. “Chiediamo con estrema fermezza che la ASL faccia pubblicamente chiarezza sulla situazione dei contagi all’interno dell’Ospedale e che illustri le contromisure che sono state prese per tutelare in primis la sicurezza dei degenti e del personale che lavora all’interno del presidio”.

Fatta questa premessa, i gruppi di maggioranza esprimono “un profondo dispiacere nei confronti delle recenti uscite di alcuni membri dell’opposizione che non hanno perso occasione per continuare con la loro condotta ostruzionistica e strumentale anche nei confronti di un tema così delicato e serio”.

Infine il passaggio cruciale che prende le distanze dalla richiesta di una commissione d’inchiesta, già avanzata ufficialmente dal gruppo misto di Pittori e Arcamone: “L’Ospedale Serristori ha bisogno di investimenti veri e celeri, non può e non deve diventare un ulteriore palcoscenico per mettere in mostra alcuni consiglieri comunali che vogliono improvvisarsi ispettori di una commissione di indagine che rischia di essere solo un ulteriore strumento di pesantezza e di rallentamento politico-amministrativo nella gestione di un’emergenza che richiede cooperazione tra le varie forze politiche. Dobbiamo lavorare tutti nella stessa direzione, perché ci troviamo nel mezzo ad una pandemia globale e la sanità oggi più che mai deve essere uno strumento di aiuto concreto alla nostra cittadinanza e non di ricerca del consenso elettorale”.



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità