comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:MONTEVARCHI11°  QuiNews.net
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
sabato 23 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lo scontro tra Gomez e Calenda a Piazzapulita: «Vuole insegnare il mestiere al Prof. Galli»

Attualità giovedì 14 gennaio 2021 ore 13:16

Buoni spesa, Figline e Incisa proroga fino al 24

Gli aventi diritto sono ancora in tempo per presentare domanda e ricevere da 150 a 450 euro del decreto “Ristori Ter” da spendere sul territorio



FIGLINE E INCISA — Sono stati prorogati fino a domenica 24 gennaio i termini per presentare domanda di buoni spesa nazionali, attraverso apposita procedura da compilare esclusivamente online. Si ricorda che si tratta della misura economica varata dal Governo con il decreto Ristori Ter per sostenere i bisogni di prima necessità (spesa, medicinali, prodotti per l’igiene personale e della casa) di chi si trova in difficoltà economica a causa dell’emergenza Covid19. Per il Comune di Figline e Incisa Valdarno sono stati stanziati in totale 127.357,86 euro, che verranno ripartiti fino ad esaurimento fondi agli aventi diritto. Il tutto attraverso “buoni digitali” dal valore compreso tra i 150 e i 450 euro, che saranno inviati via mail e conterranno un Qr code, da presentare presso l'esercizio commerciale in cui si è deciso di spenderli (da indicare in sede di compilazione della domanda). Al momento restano ancora da assegnare 52.800 euro.

Possono presentare domanda i soggetti indicati dai Servizi sociali del Comune (che terrà conto dei nuclei familiari più esposti agli effetti economici del Covid e darà priorità a coloro che non sono già assegnatari di sostegno pubblico) e, in generale, i cittadini residenti a Figline e Incisa Valdarno in possesso dei seguenti requisiti: singoli o nuclei familiari che, nel mese precedente alla presentazione della domanda, hanno goduto di limitate entrate mensili (comprese tra i 517,07 e i 1085,85 euro, a seconda del numero di componenti del nucleo familiare, secondo quanto riportato nel punto 4 dell’Avviso pubblico disponibile sul sito www.comunefiv.it), ammortizzatori sociali inclusi; nuclei familiari con risparmi bancari o postali ridotti (tra i 5mila e i 10mila euro, a seconda del numero di componenti).

Le richieste si effettuano online, fino ad esaurimento fondi e fino all’11 gennaio, senza bisogno di recarsi in municipio. Sarà infatti attivata un’apposita procedura online, che consentirà l’inserimento dei propri dati e la scelta dei punti vendita territoriali in cui è possibile spendere i “Buoni spesa”. Per la lista degli esercenti, clicca qui

Si precisa che è possibile ripartire la cifra spettante in più buoni di diverso taglio, in modo da poterla spendere in più esercizi commerciali. I commercianti (che vendono beni di prima necessità) che non sono ancora presenti in elenco, possono ancora chiedere l’adesione al progetto scrivendo a buonispesa@comunefiv.it. Per eventuali necessità, è possibile contattare l'ufficio competente al numero 0559125248.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità