QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
MONTEVARCHI
Oggi 28° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdarno, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdarno
venerdì 22 settembre 2017

Attualità venerdì 25 agosto 2017 ore 17:54

Uccelli di brughiera difesi in Pratomagno

L'albanella minore è una delle specie da tutelare

E' il progetto Life Granatha che, attraverso sinergie europee, punta a proteggere gli abitanti alati di una montagna soggetta a forti mutamenti

AREZZO — Preservare gli habitat per tutelare gli uccelli e le specie rare che vi hanno sempre vissuto: è quanto punta a fare in Pratomagno, il massiccio tra Casentino e Valdarno superiore in provincia di Arezzo, il progetto Life Granatha (acronimo per Growing Avian in Appennine's Tuscany Heathlands), costola del più grande Life varato dall'Unione europea proprio a protezione delle specie rare autoctone.

Il Pratomagno è un luogo privilegiato per il progetto che vuol salvaguardare gli uccelli di brughiera, ambiente un tempo utilizzato per attività tradizionali che vanno spegnendosi man mano che progredisce l'abbandono delle zone montane. Le quali cambiano proprio morfologicamente, a partire dall'ingresso di alberi e arbusti e dalla definitiva affermazione del bosco.

"Queste trasformazioni - spiegano a Life Granatha - determinano la perdita di habitat riproduttivo di alcune specie di uccelli di interesse conservazionistico, tra cui la magnanina comune (Sylvia undata), la tottavilla (Lullula arborea), l’averla piccola (Lanius collurio), l’albanella minore (Circus pygargus), il calandro (Anthus campestris) e il succiacapre (Caprimulgus aeuropeus). Inoltre la chiusura di questi spazi aperti determina la scomparsa di ambienti d’elezione per la ricerca delle prede per il biancone (Circaetus gallicus) e il falco pecchiaiolo (Pernis apivorus)".

Ecco dunque la necessità non solo di arrestare, ma di "invertire, questa tendenza all’evoluzione e alla trasformazione degli ambienti di brughiera, attraverso il ripristino della loro funzionalità ecologica". Il rischio? Grave: che specie di uccelli "già ora per lo più rare e localizzate e con trend di popolazione negativi, saranno destinate a scomparire dall’intero territorio".

Monica Nocciolini
© Riproduzione riservata

granatha video 013 movie
Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Cronaca

Cronaca